Il Presidente della Repubblica in visita a Palazzo Reale - itBarcellona

itBarcellona

EVENTI ITALIA

Il Presidente della Repubblica in visita a Palazzo Reale

Presidente Della Repubblica Italiana Sergio Mattarella

Sergio Mattarella si è recato, durante la giornata di martedì 16 ottobre, presso il Palazzo Reale di Madrid per una visita di Stato la quale ha incluso incontri con il re Felipe VI e con il presidente del Governo, Pedro Sánchez.
Il viaggio di Sergio Mattarella rappresenta la prima visita di Stato del Presidente della Repubblica italiana degli ultimi 25 anni. Infatti, tale avvenimento non accadeva dal lontano 1996, quando in Italia dominava la presidenza di Oscar Luigi Scalfaro. Una visita, dunque, che simboleggia questa nuova tappa delle politiche di relazione tra Italia e Spagna.

Visita del Presidente della Repubblica Italiana in Spagna dopo 25 anni

Grandi onorificenze militari hanno accolto l’arrivo del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a Palazzo Reale di Madrid. Accolto dai re di Spagna, Mattarella ha quindi svolto la sua prima ed ultima visita di Stato; considerando che, dopo un mandato di 7 anni, concluderà la sua presidenza nel mese di febbraio.
All’arrivo, i Re, accompagnati da Presidente della Repubblica Italiana e la figlia Laura Mattarella, hanno preso posto nella tribuna d’onore ed hanno ricevuto gli Onori Militari con l’interpretazione degli Inni nazionali della Repubblica Italiana e della Spagna.

Presidente Della Repubblica Italiana
Fonte: Wikimedia Commons

Dopo il benvenuto, avvenne l’incontro all’interno del Palazzo Reale, alla quale hanno assistito: il Presidente del Governo, Pedro Sánchez; del Congresso dei Deputati, Meritxell Batet; il presidente del Senato, Ander Gil; il presidente della Corte Costituzionale, Juan José González Rivas; presidente della Corte Suprema e del Consiglio Generale della Magistratura, Carlos Lesmes; il Ministro degli Affari Esteri, dell’Unione Europea e della Cooperazione, José Manuel Albares.

Il rafforzo dei rapporti fra i due Paesi

Italia e Spagna stanno, dunque, recuperando il tempo perso delle politiche di relazione fra i due Paesi, terza e quarta economia dell’UE; Paesi, quindi, molto vicini fra loro con problemi ed interessi in comune.
Alcune delle più complesse trattative in comune riguardano in particolare quella delle pensioni, della precarietà e la disoccupazione giovanile che raddoppia le medie europee.
Inoltre, Italia e Spagna hanno delle responsabilità speciali, essendo, infatti, le due principali guide del ‘Recovery plan’; sempre più vicine per dare la spinta che serve alla sua attuazione.
Inoltre, i due Paesi condividono le stesse preoccupazioni sul problema dei flussi migranti, e la stessa attenzione sul lato sud del Mediterraneo; con la volontà di costruire velocemente i rapporti con l’Africa.

Spagna E Italia - Bandiere

Affiché il ‘Recovery plan’ sia efficace, serve la spinta di Spagna e Italia; e, come ha affermato il Presidente Sanchez, “bisogna sfruttare le ottime relazioni che i due Paesi condividono e la nostra sintonia anche a livello europeo”. D’altra parte, il Presidente della Repubblica italiana ha affermato che “bisogna quindi usare bene la comune sensibilità”.
Mattarella ha citato anche “la vocazione mediterranea dei due Paesi, per la loro storia e cultura; ma anche per il mare che unisce popoli e culture, che unisce Europa e Africa e che è ricco di opportunità”. Ha, quindi, difeso la necessità di “stabilizzare i Paesi e sviluppare i popoli che li abitano”; sottolineando, inoltre che l’Africa è “il partner naturale dell’UE”.

Cena di gala al Palazzo Reale per la visita di Sergio Mattarella

Per la prima volta dopo la pandemia, venne allestito di nuovo il tavolo imperiale del Palazzo Reale in occasione della visita di Mattarella e sua figlia Laura; dove i Re hanno offerto una cena di gala in loro onore.
Pochi istanti prima dell’inizio della cena è stato interpretato l’Inno Nazionale della Repubblica Italiana ed è avvenuto l’intervento del Re, il quale ha sottolineato “l’importante ruolo che l’UE ha svolto nell’affrontare la pandemia. Un’Europa unita è una condizione necessaria per realizzare il progresso e il benessere delle nostre società, e per evitare il declino, la frammentazione e persino il confronto che hanno portato gli europei in altri tempi ai momenti più drammatici della nostra storia”.
Successivamente, evidenzia quindi: “il valore del progetto di costruzione europea, in cui Italia e Spagna devono lavorare insieme per creare un’Europa più unita, democratica e prospera.

Palacio Real di Madrid
Fonta: Wikimedia Commons

L’Europa è portatrice di un messaggio a vocazione universale, deve servire da esempio utile e virtuoso per il resto del mondo, e va difesa dai nostri Governi con convinzione e determinazione”.
Allo stesso modo, il re Felipe ha affermato che “condividiamo anche una visione del futuro dell’Unione. Siamo stati insieme nei grandi momenti della costruzione europea, condividendo l’impegno a realizzare i nostri ideali. Per questo dobbiamo anche riconoscere – con umiltà, ma anche con orgoglio – la necessità che il resto d’Europa, e il mondo, hanno contributo delle nostre due nazioni. Da amico e ammiratore del vostro Paese, voglio anche dirvi che senza l’Italia non c’è l’Europa”.
Infine, ha concluso il suo intervento affermando che: “per tutto questo, come Capo di Stato di una nazione amica e alleata, vorrei parlare della convenienza di una maggiore intesa e, se possibile, di una più stretta collaborazione tra i nostri due Paesi.”

Il Presidente della Repubblica in visita a Palazzo Reale ultima modifica: 2021-11-18T09:00:00+01:00 da Francesca Chiefari

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

¡Gracias por el dato!

Più letti

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x