NOI ITALIANI ALL'ESTERO PROMUOVIAMO L'ITALIA

itBarcellona

CORONAVIRUS NEWS

Obbligatorio in ogni momento l’uso della mascherina

uso obbligatorio mascherina

Il Ministro della Sanità della Generalitat, Alba Vergés, avanza la proposta sull’uso della mascherina obbligatorio in qualunque momento e qualunque circostanza. La conferma è arrivata questa mattina dal Presidente catalano Quim Torra, secondo cui l’obbligo vigerà a partire da domani, giovedì 9 luglio.

Obbligatorio in Cataluña l’uso della mascherina

Eccetto in ambito domestico, l’uso della mascherina diverrà obbligatorio in qualunque momento in Cataluña. L’obbligo vigerà anche nei casi in cui sarà possibile mantenere il distanziamento sociale. Sarà in vigore a partire dalla giornata di domani. Fino ad ora, l’obbligo era imposto in luoghi al chiuso e nei casi in cui non si potesse mantenere la corretta distanza sociale.
“Vogliamo introdurre questo meccanismo di protezione come regola generale ovunque, sia che si possa mantenere la distanza sia che no”, dichiara Alba Vergés, Ministro della Sanità della Generalitat, avanzando la proposta durante la giornata di martedì; la quale entrerà a far parte di un Piano Territoriale per la Protezione Civile in Cataluña.
Gli unici casi in cui sarà possibile esonerare l’obbligo senza incorrere in alcuna sanzione sarà durante l’attività sportiva e all’interno dei luoghi domestici con i propri conviventi.

obbligatorio l'uso della mascherina

“Crediamo che dobbiamo fare questo passo in tutto il territorio non perché la situazione sulla pandemia sia peggiore in Cataluña, ma a causa del comportamento che abbiamo come società, nei rischi che assumiamo; sta iniziando a esserci molta più mobilità, più movimento di persone, persone che verranno a trascorrere le vacanze. Quindi, per ridurre i rischi, penso che sia importante prendere queste misure”, ha sottolineato Vergés.

Confinata Segrià

Durante la giornata del 4 luglio, il Governo spagnolo ordinò il confinamento di Segrià, della regione Lleida in Cataluña, a causa della ricaduta dei contagi del Covid-19. Sono 210.000 gli abitanti costretti al confinamento. Il confinamento è riferito agli ingressi e alle uscite del territorio. Non è richiesto agli abitanti di rimanere all’interno delle proprie abitazioni; tuttavia è consigliato ai più vulnerabili. Vergés comunica, però, la proibizione delle riunioni con più di dieci partecipanti, sia in ambito pubblico che privato. Inoltre, le residenze per gli anziani sono nuovamente chiuse. Il confinamento, tutt’ora, non ha una data per il suo termine.

Segrià confinamento obbligatorio

Il caso di Segrià è il focus più preoccupante e, secondo il Governo, “al momento non ci sono gravi focolai nel resto della Catalogna”.
Le restrizioni alla mobilità non incideranno sulle uscite e sulle entrate dei lavoratori nella regione e sul trasporto di attività economiche o commerciali. Tuttavia, verrà richiesto ai lavoratori un’autocertificazione.
Il Ministro, Alba Vergés, assicura, però, che “la situazione tra la regione di Segrià e il resto del territorio catalano non ha nulla a che vedere. Per fortuna, possiamo dire che siamo in un buono stato epidemiologico nel resto della Cataluña; ma per mantenerlo così com’è, il coinvolgimento di tutti è importante”.

Obbligatorio in ogni momento l’uso della mascherina ultima modifica: 2020-07-08T09:00:00+02:00 da Francesca Chiefari

Più letti

To Top