NOI ITALIANI ALL'ESTERO PROMUOVIAMO L'ITALIA

itBarcellona

CORONAVIRUS NEWS

La pandemia rallenta in Italia e Spagna

fase 2-Spagna E Italia Bandiera

Durante gli ultmi giorni, Italia e Spagna hanno finalmente registrato una considerevole diminuizione del numero di contagi e decessi da coronavirus.
Tuttavia, anche se la pandemia sembri dare un momento di respiro, le misure restrittive adottate da entrambi i Governi continueranno comunque vigenti almeno durante l’intero mese di aprile.

La pandemia inizia a dare tregua alla Spagna

María José Sierra ha confermato, durante la conferenza stampa di lunedì 6 aprile, che l’aumento dei nuovi casi è del 3%, secondo quanto è stato registarto questa domenica; ciò impica un aumento delle cifre ad un ritmo molto più basso.
“Stiamo osservando che il tasso di crescita della pandemia diminuisce in quasi tutte le Comunità autonome”, ha poi affermato.
I dati riportarono 4.273 casi di contagi in più e 637 decessi in più nelle ultime 24 ore in Spagna; questi furono i dati più bassi registrati dal 24 marzo. Quindi, in totale, la Spagna somma 135.032 positivi e 13.055 morti.

pandemia-Dati 6 Aprile


Tra le persone infette ci sono 19.400 assistenti sanitari. Di essi, circa il 20% è stato dimesso e il 10% ha richiesto il ricovero in ospedale, mentre la maggioranza è rimasta a casa in isolamento.
La Comunità di Madrid ha raggiunto lunedì 38.723 infetti e 5.136 morti, seguita dalla Cataluña con 26.824 persone infettate e 2.760 morti.
Ciò nonostante, quasi un 30% degli infetti risulta essere guarito. Infatti, Il conto dei guariti fornisce anche dati promettenti: oltre 40.000 persone sono riuscite a sconfiggere il virus.
Il ministro della Sanità, Salvador Illa, si è congratulato con la popolazione, siccome i bilanci mostrano che le misure dello stato d’emergenza stanno funzionando e stanno generando meno pressione ospedaliera.

A Maggio possibile rientro della mobilità in Spagna

Nonostante i dati raccolti questo fine settimana indicano che la Spagna ha già superato il picco di propagazione della malattia, il Governo anticipa che per tornare alla normalità manca ancora del tempo. Si pensa al mese di giugno. Governo, Forze Armate e di Sicurezza ed il Comitato di esperti della pandemia mirano a mantenere lo stato di allarme fino il 31 di maggio. Il calo dei contagi consentirà di allentare le misure di confinamento dalla prima settimana di maggio, fino la fine del mese stesso. Ma tutto avverrà progressivamente.

pandemia-Rambla

Il primo passo sarà il rientro al lavoro solo per quanto riguarda determinati settori, intorno la metà di aprile. Il secondo passo sarà la riapertura dei negozi, i quali potrebbero aprire alla fine di maggio, sebbene alcuni con più ritardo di altri. L’assunto più difficile riguarda bar, ristoranti e luoghi di intrattenimento; sarà difficile che vengano aperti prima della stagione estiva. Lo stesso vale per grandi eventi, come concerti, eventi sportivi e festival; a causa della grossa agglomerazione di gente.

Anche l’Italia fornisce dati promettenti

pandemia-Dati Italia 6 Aprile

L’Italia, la quale segue la Spagna in quanto a numero di contagi, ha registrato il minor numero di decessi delle ultime due settimane, nonchè dal 19 marzo. Questa domenica, infatti, ha registrato 525 decessi da coronavirus in 24 ore, ovvero la cifra più bassa registrata nel Paese durante le ultime due settimane. Inoltre, diminuisce anche il numero di pazienti in stato critico. Le persone guarite dal virus risultano essere 20.996. L’Italia, il 9 aprile compierà già un mese di confinamento ed oggi registra 132.547 contagiati. Ciò nonostante, la percentuale dei casi attivi e dei nuovi casi si è ridotta nelle ultime settimane.

La pandemia rallenta in Italia e Spagna ultima modifica: 2020-04-06T18:32:33+02:00 da Francesca Chiefari

Più letti

To Top