NOI ITALIANI ALL'ESTERO PROMUOVIAMO L'ITALIA

itBarcellona

CORONAVIRUS NEWS

Palestre e cinema riaprono in Cataluña

Palestre e cinema riaprono

Buone notizie per sportivi ed amanti della cultura. Le palestre ed i cinema, recentemente obbligati a mantenere le porte chiuse a causa del Covid-19, hanno l’autorizzazione per riaprire. A seguito delle svariate proteste avanzate da molti utenti dei centri sportivi; i quali sono scesi in strada nei giorni scorsi, soprattutto con incontri in piazza Sant Jaume a Barcellona, per protestare contro l’obbligo di chiusura di suddetti centri.

Palestre e cinema riaprono, ma non le discoteche

palestre e cinema riaprono

Il 17 luglio la Generalitat si vide costretta ad adottare nuove misure per contenere i contagi del Covid-19 a: Barcellona, ​​Viladecans, El Prat de Llobregat, Sant Joan Despí, Sant Boi de Llobregat, Cornellà, Sant Just Desvern, Esplugues de Llobregat, l’Hospitalet de Llobregat, Montcada e Reixac, Santa Coloma de Gramenet, Sant Adrià de Besòs e Badalona (Barcellona). A causa di ciò, lo scorso 19 luglio i centri sportivi ed i cinema dovettero chiudere nuovamente le porte.
Tuttavia, durante gli scorsi giorni la Corte Superiore di Giustizia della Cataluña ha esaminato l’appello presentato da molte e distinte entità, annullando così la sospensione dell’apertura di palestre e cinema. Inoltre, la riapertura di suddetti stabilimenti deve avvenire in conformità con i protocolli di sicurezza e sanità.

palestre e cinema-palestra

Rimangono, tuttavia, esclusi i teatri ed altre sale da spettacolo. Le discoteche, inoltre, dovranno anch’esse mantenere le porte chiuse al pubblico. Il ricorso, il quale presentarono le distinte entità, cita espressamente: “la chiusura di impianti e attrezzature sportive provoca danni economici agli operatori che, in molti casi, possono portare alla chiusura definitiva e alla perdita di posti di lavoro. Mentre gli utenti sono, ulteriormente danneggiati, privandoli della pratica dello sport e dei benefici fisici ed emotivi che ne derivano”. Per ciò che riguarda le ragioni per accettare la sospensione della chiusura dei cinema, esse sono simili alle sopracitate. Le discoteche, invece, non hanno alcuna esigenza, realmente urgente, affinchè debbano riaprire nell’immediato. Viene, dunque, rifiutata la proposta avanzata dalla Federazione Catalana dei Locali Notturni. Infine, per bar e ristornati prosegue l’obbligo di chiusura a mezzanotte.

Palestre e cinema riaprono in Cataluña ultima modifica: 2020-08-04T09:00:00+02:00 da Francesca Chiefari

Più letti

To Top