NOI ITALIANI ALL'ESTERO PROMUOVIAMO L'ITALIA

itBarcellona

CORONAVIRUS NEWS

Il piano per il Natale proposto dal Governo

Piano Per Il Natale Sanchez Pedro

Il Governo ha preparato, viste le attuali circostanze, un piano per il Natale che l’intera popolazione aspettava di conoscere. La bozza del decreto del piano sanitario è stata annunciata durante la giornata di martedì 24.

La bozza del piano per il Natale

Durante la giornata di martedì, venne anticipata la bozza del documento sulle “Proposte di misure di sanità pubblica contro il Covid-19 per la celebrazione delle festività natalizie”. Le principali novità, le quali introduce il piano per il Natale proposto dal Governo, riguardano le riunioni sociali ed il coprifuoco notturno. Di fatto, il Governo raccomanda limitare la partecipazizone alle riunioni sociali con i membri del gruppo di convivenza; limitando a sei persone le riunioni sociali di non conviventi. Nello specifico, “si raccomanda di limitare la partecipazione alle riunioni sociali ai membri che appartengono allo stesso gruppo di convivenza. Nel caso in cui sia presente un membro esterno che non convive abitualmente, gli incontri potranno essere fino ad un massimo di sei persone”.

Piano Per Il Natale-rambla

Tuttavia, non dovrebbero partecipare ad alcun incontro familiare o sociale: le persone a cui è stato diagnosticato il Covid-19 e che si trovano ancora nel periodo di contagio, le persone che presentano sintomi del Covid-19. Inoltre, le persone le quali ancora aspettano i risultati del test diagnostico. O coloro i quali potrebbero aver avuto un contatto con qualcuno con il Covid-19 negli ultimi 14 giorni. Per ciò che riguarda il coprifuoco attualmente vigente, durante le notti della Vigilia di Natale e della Notte di San Silvestro si ridurrà l’orario del confinamento notturno. Di fatto, durante la notte del 24 e del 31 dicembre il coprifuoco sarà nella fascia oraria compresa tra la 1:00 e le 6:00. Invece, durante le restanti giornate, permarrà nella fascia orara tra le 22:00 e le 6:00.

Le “6M”

Indipendentemente che le riunioni sociali si svolgano tra conviventi o non conviventi, sarà necessario seguire le misure di prevenzione definite come le “6M”. Ciò che la Sanità definisce la “strategia 6M” riguarda: “mascherina (uso della mascherina il più possibile), mani (lavaggio frequente delle mani), metri (mantenimento della distanza fisica), massimizzare la ventilazione e le attività all’aperto, minimizzare il numero di contatti (preferibilmente sempre gli stessi) e “me quedo en casa si síntomas, diagnóstico o contacto” (rimango a casa se presento sintomi). Suddette misure sono obbligatorie indipendentemente dal contesto. Infine, per gli spostamenti sul territorio nazionale, il Governo chiede agli alunni universitari di limitare le loro interazioni sociali prima del rientro a casa.

Il piano per il Natale proposto dal Governo ultima modifica: 2020-11-25T09:00:00+01:00 da Francesca Chiefari

Più letti

To Top