SCOPRI BARCELLONA

Museo del cioccolato: un museo per i peccatori di gola

Museo Del Cioccolato Di Barcellona

Gli amanti della dolcezza non possono assolutamente mancare l’appuntamento con il Museo del Cioccolato di Barcellona. Situato a pochi passi dall’Arco di Trionfo, è una meta che incontra facilmente il favore di grandi e piccini per un paio d’ore di svago, divertimento e golosità.

Museo della cioccolata

Il Museu de la Xocolata si trova all’interno dell’ex Convent de Sant Augustì, Carrer del Comerç, 36. Permette ai visitatori di ripercorre la storia del cacao dalle sue origini nelle civiltà precolombiane, al suo approdo in Europa nel Cinquecento fino alla sua commercializzazione di massa a partire dal XIX secolo.
Attraverso pannelli esplicativi e supporti audiovisivi, sono ben trattate tutte le fasi del cioccolato: dalla pianta all’estrazione ed essiccazione delle fave di cacao, fino alla tostatura dei semi, alla sua trasformazione finale.

Un museo che appaga tutti i sensi

La magia comincia già all’accesso: il biglietto di ingresso è infatti una tavoletta di cioccolato fondente che riporta sul retro un Qr code che permette l’immissione alla Sala. Sicuramente una bella trovata di marketing che soddisfa immediatamente il palato e fa capire al visitatore che il protagonista indiscusso della mostra, prima di tutto, va assaggiato.
Ma anche la vista vuole la sua parte! Nella Sala Barcelona sono infatti esposti modelli di cioccolato di ogni tipo: dai personaggi letterali o sacri come la Vergine di Monserrat, ai monumenti della Città come la Sagrada Familia a soggetti di film di animazione come la casa di Up o gli Avangers.

Museo della cioccolata

Non mancano tradizione e costumi catalani 

Varie le sezioni speciali. Tra queste una dedicata a Le mona: dolci tipici pasquali decorati con uova di cioccolato e orpelli. Questi, durante la Settimana Santa, diventano oggetto di una vera e propria gara dei mastri cioccolatieri del territorio, ospitata proprio presso i locali del Museo.
A disposizione dei più curiosi e dei più esigenti è possibile partecipare, su prenotazione, a una lezione/degustazione. La vasta proposta di attività coinvolge il pubblico a 360° dai bambini 0-3 anni con laboratori di piccola pasticceria, agli adulti a cui sono dedicati tallers con cioccolatieri o sommelier per abbinare il cacao a liquori e vini pregiati.

La Boutique del Museo del cioccolato

Al termine della visita è possibile acquistare oggettistica, gadget e ovviamente una vasta quantità di cioccolato, per portarsi a casa ancora un pezzo di quella golosità universalmente riconosciuta. Le informazioni all’interno della mostra sono fornite nelle tre lingue: Inglese, Catalano e Spagnolo, ma la brevità delle descrizioni e il supporto video rendono fruibile l’esperienza davvero a tutti.
Sul sito internet del museo, disponibile qui, è possibile trovare informazioni dettagliate rispetto alle attività laboratoriali e gli orari di apertura al pubblico.

Museo della cioccolata

Chiara Argentero

Autore: Chiara Argentero

Vera nostalgica della cucina italiana, amante della montagna, dei libri e della fotografia. Patisco il mal di mare da seduta sulla spiaggia eppure il cuore mi ha portato a Barcellona.

Museo del cioccolato: un museo per i peccatori di gola ultima modifica: 2018-10-15T17:21:46+01:00 da Chiara Argentero

Commenti

Più letti

To Top