ARTE E CULTURA SCOPRI BARCELLONA

Biblioteca Arus: quando un massone regala una biblioteca

Arusbis

Barcellona è una città piena di luoghi nascosti: essa si estende vivace sotto il sole, ma – varcando una porta o un cancello – si ha come l’impressione di entrare in un’altra dimensione. Oggi vogliamo invitarvi a fare un salto nella cultura e nel silenzio, abbandonando le strade affollate, i negozi e i bar pieni di turisti. Non importa che siate residenti o viaggiatori occasionali: se amate la cultura e la storia, o se semplicemente agognate un attimo di pace tra un tour e l’altro, non potete non fare tappa alla Biblioteca Publica Arus.

P3020899

Arus, il fondatore

La Biblioteca Arus si trova in Passeig de Sant Joan 26, nella strada che collega l’Arc de Triomf alla Placa de Tetuan. Il palazzo è stato costruito dall’architetto Bonaventura Bassegoda i Amigò e porta alcuni elementi decorativi elaborati da Pellicer, Fuxà e Noguès: è davvero molto bello, ne vale una visita. La biblioteca è stata inaugurata il 24 marzo 1895 ed è stata ufficialmente la prima biblioteca pubblica di Barcellona. La sua storia è molto curiosa, così come il personaggio da cui prende il nome. Infatti, la casa, la biblioteca e l’enorme collezione in essa contenuta che si trovano al numero 26 di Sant Joan erano di proprietà di tale Rossend Arus. Chi era? Un filantropo, un libero pensatore, un liberale pro-catalano e… un Gran Maestro della Massoneria. È stato proprio il testamento di Arus a stabilire il lascito della biblioteca alla città e alla gente di Barcellona. Un invito a conoscere, ad essere curiosi, a capire la propria posizione nella società e nel mondo.

Biblioteca Arus Antigua Sala De Musica Revistalomas Online

La collezione della biblioteca

La Biblioteca Publica Arus è infatti tematicamente proficua di testi storici culturali e sociali: le collezioni ricoprono principalmente il periodo del diciannovesimo secolo e della prima parte del ventesimo secolo e toccano argomenti politici e sociali come il movimento laborista, l’anarchismo e la massoneria. Ma non è certo finita qui: il sapere della biblioteca spazia toccando praticamente tutte le aree della conoscenza. Qualche esempio? Filosofia, diritto, geografia, letteratura, musica, botanica, lingue, medicina, religione… un totale di 24000 volumi al momento dell’apertura. Oggi la Biblioteca Arus conta circa 80000 volumi.La collezione si è infatti arricchita di varie pubblicazioni, tra cui manoscritti, serie di libri, documenti cartografici e risorse elettroniche. Da biblioteca privata, la Arus oggi è diventata la biblioteca pubblica catalana per eccellenza, fonte primaria di conoscenza soprattutto per studenti e ricercatori di storia e studi sociali/culturali.

Informazioni utili

La biblioteca è aperta al pubblico solitamente dal lunedì al venerdì dalle 9:30 alle 15:00, è possibile anche partecipare alla visita guidata. Per informazioni più dettagliate sugli orari o per i contatti, vi rimando al sito ufficiale.

Monica Trentin

Autore: Monica Trentin

Autrice dei romanzi Il Tempo dei Luminosi Fili Bianchi e Il Gioco dello Spettro, e pure di un terzo che sarà pubblicato a breve. Ama le palme, i libri che nessuno legge, i film in bianco e nero e l’astronomia. Suo principio è vivere il più possibile vicino al mare.

Biblioteca Arus: quando un massone regala una biblioteca ultima modifica: 2018-08-29T16:55:34+02:00 da Monica Trentin

Commenti

Più letti

To Top