SCOPRI BARCELLONA

El Born: alla scoperta del quartiere anticonformista e ribelle di Barcellona

Un labirinto di vicoli ubicati in una rete perfetta, stringe questa parte della città in un abbraccio: si presenta così il quartiere El Born, storicamente chiamato La Ribrera. Insieme al Barrio gotico, al Raval e alla Barceloneta costituiscono Ciutat Vella, la città vecchia. Che si scelga di farci una passeggiata alle prime luci del mattino o al calar della sera, vi troverete inevitabilmente in balia dell’atmosfera suggestiva e sofisticata di quelle viuzze. Il quartiere, un tempo, era scenario di tornei medioevali, non a caso El Born significa “il torneo”. È il luogo prescelto da artisti e viaggiatori. Nonostante i centinaia di anni trascorsi, sembra che in questo posto il tempo non sia mai passato.

El Born: Tra passato e presente

El Born offre lunghe passeggiate senza meta. Le sue stradine strette e antiche sono in contrasto con il carattere moderno dei negozi di nuova tendenza. Nel cuore del quartiere si trova la chiesa Santa Maria del Mar, uno degli esempi migliori del gotico catalano risalente al XIV secolo. Anche se considerata meno famosa rispetto alla Sagrada Familia o la Cattedrale di Barcellona, è comunque diventata uno dei maggiori luoghi d’interesse turistico della zona. Ciò soprattutto grazie al romanzo La cattedrale del mare, di Falcones.

5

Per gli amanti dell’arte, ritagliatevi tempo per visitare il Museo di Picasso. Esso racchiude un allestimento di opere meno conosciute dell’artista. Il museo si trova in Calle Montcada, la cosiddetta Via dei Palazzi, una tra le vie storiche più importanti della città. Ad oggi i palazzi ospitano musei ed imperdibili gallerie d’arte, ma rappresentano soprattutto esempi urbanistici dal carattere gotico e medievale, che testimoniano il passato glorioso di Barcellona. Imperdibile lo spettacolo di flamenco al Palau Dalmases, lungo la Calle, che va in scena nel meraviglioso e suggestivo cortile interno.

4

Per chi volesse intraprendere un viaggio archeologico, tappa obbligatoria sarà il Mercato del Born. Nasce come prima struttura in ferro nel 1876, con l’idea di trasformarlo in uno dei mercati più importanti della città, diventando, però, mercato all’ingrosso a causa della mediocre affluenza. Chiuso nel 1971, iniziarono i primi lavori di restauro e scavi che portarono alla luce, nel 2002, importanti resti della città medievale e moderna, consentendo successivamente la nascita dell’attuale Centro culturale.

1 1

Infine, se volete respirare l’autentica atmosfera del mercato da quartiere, non potete perdervi il Mercato di Santa Caterina. Un edificio dallo stile inconfondibile per il suo coloratissimo tetto di mosaico di oltre 325.000 piastrelle, che richiamano la varietà del cibo che troverete al suo interno!

Shopping e vita notturna

Una volta percorse le vie principali del Born, lasciatevi conquistare da un po’ di sano shopping. Perdetevi alla ricerca di botteghe nascoste e negozietti artigianali, non rimarrete delusi! Carrer de Argenteria e Carrer de la Princesa sono le vie piu celebri. E al calar del sole, Passeig del Born vi invita ad andare in esplorazione degli innumerevoli localini e bar, sempre pieni di gente e vita, con un’atmosfera unica! Il quartiere si prepara per la vita notturna e i bar illuminano i vicoli con le loro insegne. Concedetevi un aperitivo in una delle splendide piazzette che si aprono improvvisamente dietro l’angolo, o immergetevi alla scoperta del miglior mojito del barrio! Le luci, i rumori, la gente, le sensazioni e la magia di questa piccola perla di Barcellona non vi lasceranno indifferenti.

Martina Esposito

Autore: Martina Esposito

Amo il cinema,la fotografia, la pizza, I libri di Harry Potter e scoprire ogni angolo di Barcellona!

El Born: alla scoperta del quartiere anticonformista e ribelle di Barcellona ultima modifica: 2018-09-17T16:42:32+00:00 da Martina Esposito

Commenti

Più letti

To Top