NOI ITALIANI ALL'ESTERO PROMUOVIAMO L'ITALIA

itBarcellona

CORONAVIRUS NEWS

Fase 3 a Barcellona: la Cataluña cambia strategia

Fase 3-fasi in cataluña

La città di Barcellona avrebbe dovuto effettuare un salto di fase: avanzare dalla seconda fase alla cosiddetta “nuova normalità”, scansando la fase 3. Tuttavia, i buoni risultati rilevati dopo l’analisi dei dati sui contagi hanno comportato un cambio di strategia per Lleida, Barcellona e la sua area metropolitana.

Ascesa alla fase 3 giovedì 18 giugno

La proposta, avanzata durante la giornata di lunedì dal governo Catalano, vorrebbe che le regioni sanitarie le quali si trovano ancora in seconda fase progrediscano in fase 3 giovedì. Spetterà al Ministero della Salute la decisione finale, rivolta sulla città di Barcellona e la sua area metropolitana e Lleida. Dunque, suddette aree affronteranno, probabilmente, la terza fase del piano di deconfinamento durante 4 giornate; considerando che il 21 giugno cadrà lo stato d’emergenza in Spagna.

Fase 3-fasi in cataluña
Fonte: Salamanca 24 horas

Una fra le principali motivazioni riguarda la libera circolazione dei catalani. Infatti, a partira da giovedì 18 giugno sarà quindi concessa la libera mobilità dei cittadini lungo l’intera Cataluña; incontrandosi, la Comunità, nella stessa situazione in ogni suo territorio. Come afferma Ada Colau, sindaco di Barcellona, il Comune vorrebbe facilitare la circolazione dei veicoli durante il fine settimana, in modo scaglionato, ancor prima del ponte di San Juan.
Inoltre, l’analisi degli ultimi dati sul contagio del Covid-19 avvalorerebbe tale decisione.

Sanzioni sulle violazioni del distanziamento sociale

Il Comune di Barcellona considera l’idea di imporre sanzioni fino ai 200 euro a coloro che violano la norma sulla distanza sociale. A causare tale provvedimento furono le esagerate agglomerazioni venutesi a creare, durante la giornata di sabato, lungo le spiagge. Evitare grosse aggloimerazioni è, infatti, fra i principali obiettivi affinchè non si verifichi un aumento dei contagi.

fase 3-Agglomerazioni Spiaggia barcellona
Fonte: La Vanguardia

Per l’appunto, la Guardia Urbana sabato dovette chiudere l’accesso su 4 delle spiagge di Barcellona. Ciò perchè venne superta la massima capacità concessa, ossia dell’80%. Il consigliere per l’Emergenza Climatica ricorda, inoltre, che il Comune di Barcellona pone a disposizione dei cittadini una mappa interattiva sul sito web, affinchè informi sul grado di occupazione di ciascuna delle 10 spiagge della città. Il Comune invita i cittadini a consultare il sito web prima di recarsi in una delle spiagge della capitale catalana.

Fase 3 a Barcellona: la Cataluña cambia strategia ultima modifica: 2020-06-17T09:00:00+02:00 da Francesca Chiefari

Più letti

To Top