SCOPRI BARCELLONA

Il Poble Espanyol, un villaggio ideale tutto spagnolo

Poble1

L’Esposizione Universale del 1929 a Barcellona fu un’importante occasione di crescita per la città a livello internazionale. Importanti luoghi di attrazione ed edifici furono costruiti e l’evento diede una visibilità eccezionale all’ambiente catalano. In occasione di questo evento fu costruito anche il Poble Espanyol, un museo all’aria aperta situato sul Montjuïc.

Il villaggio spagnolo ideale

Il Villaggio Spagnolo, chiamato Poble Esplanyol a Barcellona, fu un’intuizione dell’architetto Josep Puig i Cadafalch. Contemporaneo di Antoni Gaudì, Puig i Cadafalch fu un altro esponente della corrente del modernismo catalano, che lo influenzò anche nella realizzazione del villaggio. A realizzare il progetto furono due architetti, Francesc Folguera e Ramon Reventós, con la collaborazione degli artisti Xavier Nogués Miquel Utrillo

Poble2

Poble Espanyol dall’interno

L’idea del Poble Espanyol è quella di regalare ai visitatori l’esperienza di una visita ad un villaggio spagnolo ideale, che racchiuda tutte le caratteristiche identitarie del Paese. Per realizzarlo gli artefici del progetto visitarono circa 1600 località spagnole. Il museo occupa una superficie di 42.000 metri quadrati e racchiude gli edifici rappresentativi di 15 delle Comunità Autonome di Spagna.

Conoscere le diverse Spagne

Il Poble Espanyol è organizzato in quattro aree culturali: l’area mediterranea, il Nord, il Centro e il Sud. La visita è accompagnata da spazi audiovisivi che servono a spiegare ai turisti le tradizioni e la gastronomia dell’area geografica che stanno visitando. È un importante obiettivo del museo quello di trasmettere ai turisti la vera essenza della Spagna. O meglio, delle diverse Spagne che possiamo trovare in questo paese così eterogeneo. Uno spazio espositivo è dotato anche di un impianto multimediale che proietta le immagini delle celeberrime feste che si celebrano su tutto il territorio della Spagna, come la Festa di San Fermín a Pamplona, la Settimana Santa dell’Andalusia oppure i Castells della Catalogna

Poble Espanyol

Il Poble Espanyol è anche un notevole centro di arte e artigianato. Da una parte, infatti, troviamo il Museo Fran Daurel, che ospita oltre 300 opere di Picasso, Dalì e Mirò, oltre ad altri artisti spagnoli di primo piano. Dall’altro si può ammirare l’opera dal vivo di oltre venti artigiani. Le loro realizzazione spaziano dal cuoio al vetro, dai gioielli agli strumenti musicali (in particolari le celebri chitarre spagnole). 

Contatti

Il Poble Espanyol si trova sulla collina del Montjuïc in via Francesc Ferrer i Guàrdia, 13. È possibile contattare il museo al numero: +34 93 508 63 00. È aperto 365 giorni l’anno e osserva il seguente orario:

  • Lunedì dalle 9:00 alle 20:00
  • Martedì, Mercoledì, Giovedì e Domenica dalle 9:00 alle 24:00
  • Venerdì dalle 9:00 alle 3:00
  • Sabato dalle 9:00 alle 4:00
Pobleespanyolplaza2

Plaza Mayor, all’interno del villaggio

Laboratori e negozi al suo interno, invece, hanno un orario di apertura che varia secondo la stagione:

  • Inverno dalle 10:00 alle 18:00
  • Estate dalle 10:00 alle 20:00
  • Primavera e autunno dalle 10:00 alle 19:00

Il Museo d’arte contemporanea Fran Daurel, invece, è aperto dal lunedì alla domenica dalle 10:00 alle 19:00.

Luigi Bove

Autore: Luigi Bove

Amante della scrittura, dell’arte, del calcio e della vita. Filosofo mancato, sportivo mancato, studioso..mai stato. Mi piace scoprire i vari aspetti del mondo, restando sempre legato alla mia città, Caserta.

Il Poble Espanyol, un villaggio ideale tutto spagnolo ultima modifica: 2018-12-21T10:30:31+01:00 da Luigi Bove

Commenti

Più letti

To Top