ARTE E CULTURA

“L’arte di raccontare storie”, esposizione Disney al CaixaForum

CaixaForum Disney

Il CaixaForum di Barcellona ospiterà fino al 24 giugno un’esposizione  che ripercorre l’evoluzione dell’universo d’animazione  creato da Walt Disney  e che rivoluzionò per sempre l’industria dell’intrattenimento.

Un viaggio attraverso le storie della nostra infanzia, che ci faranno tornare bambini anche se solo per qualche ora.

Con più di duecento tavole originali – tra schizzi, bozzetti, storyboards e stampe digitali – “L’arte di raccontare storie” è una tappa obbligata per tutti gli appassionati di cinema ed animazione che si trovino a Barcellona.

CaixaForum Disney, Biancaneve

Locandina originale di “Biancaneve e i sette nani” (1937)

C’era una volta…

L’animazione permette di rappresentare la narrativa fantastica in maniera molto naturale.  Per questo risulta perfetta per l’adattamento cinematografico delle favole, creando storie dove gli animali si comportano e parlano in maniera del tutto simile agli esseri umani. All’interno della mostra si trova un’intera sala dedicata proprio alle favole, dove si possono ammirare studi sul movimento e tavole di classici come “I tre porcellini” (1933), “L’eroico ammazzasette” (1938) o “La cicala e la formica” (1934), fino a pellicole animate come “Robin Hood” (1973).

Tra acquerelli, storyboard, proiezioni di cortometraggi e brevi documentari; assisterete all’evoluzione grafica di personaggi storici come Ade in “Hercules” (1997),  Ariel ne “La Sirenetta” (1989) o Biancaneve in “Biancaneve e i sette nani” (1937),  la quale appare bionda in diverse illustrazioni ed addirittura con i capelli rossi in un bozzetto preliminare.

CaixaForum Disney, Biancaneve

Bozzetto preliminare, Biancaneve (1937)

Animazione e musica

Disney intuì le immense potenzialità che l’animazione poteva sviluppare accostandosi alla musica già nelle Silly Simphonies, serie animata di cortometraggi realizzati tra il 1929 e il 1938. Proprio quest’idea lo portò poi alla realizzazione di Fantasia (1940), il primo film commerciale realizzato in stereofonia, di cui potrete ammirare diverse tavole relative al capitolo de “La sinfonia pastorale”.

L’esposizione presenta materiale relativo a uno dei film preferiti dallo stesso Walt Disney, anche se uno dei meno conosciuti: “Lo scrigno delle sette perle” (1948). Con il titolo originale di “Melody Time”, questa pellicola si compone di sette episodi impostati su musica popolare americana. Tra le sequenze presenti al CaixaForum ci sono la favola western “Pecos Bill” e “Giovannino seme di mela”, ispirato a un canto dei primi pionieri americani.

CaixaForum Disney, la Sirenetta

La Sirenetta (1989)

E vissero per sempre felici e contenti

L’esposizione termina con uno sguardo ad alcuni dei più famosi castelli dell’universo Disney, come quello de “La spada nella roccia” (1963), “La bella addormentata nel bosco” (1969) e “Frozen”  (2013).  Nella stessa sala vengono proiettati alcuni spezzoni musicali di pellicole, che vi riuscirà impossibile non canticchiare mentre vi avvierete verso il giftshop dove potrete acquistare il catalogo della mostra e altri numerosi gadget. Ovviamente firmati Disney.

Il prezzo del biglietto è di 4€, se siete titolari di un conto CaixaBanc l’entrata è gratuita. Per qualsiasi informazione potete consultare  il sito ufficiale.

Rossella Pergetti

Autore: Rossella Pergetti

A Barcellona per caso, nata dalla nebbia della Pianura Padana, è certa di essere stata un gatto nella sua vita precedente. Tende ad addormentarsi in metropolitana e a iniziare cose e non finirle. Le piacciono i brutti film horror, tradurre sottotitoli, scrivere e scrivere dei viaggi che fa (e che si fa).

“L’arte di raccontare storie”, esposizione Disney al CaixaForum ultima modifica: 2018-06-07T09:30:55+02:00 da Rossella Pergetti

Commenti

Più letti

To Top