NOI ITALIANI ALL'ESTERO PROMUOVIAMO L'ITALIA

itBarcellona

ARTE E CULTURA

Sant Jordi 2020: come si festeggerà la famosa festa dei libri?

San Jordi 2020

Quest’anno in Catalogna non sarà possibile celebrare “La diada de Sant Jordi 2020“, la famosa festa del libro durante il giorno di San Giorgio. Il Giorno del Libro e della Rosa si celebra il 23 aprile dal 1931, ma nel 2020 purtroppo non sarà possibile.
Ogni anno, durante il giorno di San Giorgio – conosciuto come “La Diada de Sant Jordi” – l’intera città di Barcellona si veste di festa e si trasforma per tutta la giornata in un’enorme libreria-negozio di fiori all’aperto.

sant jordi 2020-libri venduti per la festa di Sant Jordi

A causa delle misure di distanziamento sociale contro il coronavirus, la Camera del libro catalana si è vista costretta a rinviare la festività a quest’estate.

Sant Jordi 2020: ecco quando si celebrerà

Giovedì 23 luglio 2020 è la data scelta per celebrare la festa di Sant Jordi 2020. Durante questa giornata i librai e i fioristi potranno finalmente portare in strada i loro negozi con la loro collezione di libri e fiori profumati.
Il settore dei libri e i fiorai della comunità catalana hanno accettato di celebrare il giorno alternativo a Sant Jordi, in quanto essi stessi sanno che quest’anno non avrebbero potuto vendere quasi nulla. La decisione è dovuta, come non potrebbe essere altrimenti, all’emergenza coronavirus che ha colpito la Catalogna con particolare intensità, essendo essa la seconda comunità autonoma con il maggior numero di persone colpite e uccise dal Covid-19.

La tradizione della “Diada de Sant Jordi”

San Jordi 2020

La festa di Sant Jordi è una celebrazione di carattere marcatamente popolare. Essa unisce cultura e romanticismo in quanto si tratta di una celebrazione del giorno del libro ma anche del giorno degli innamorati.
La tradizione vuole, infatti, che durante la festa gli innamorati si scambino dei regali. Solitamente l’uomo regala una rosa alla donna, mentre questa, a sua volta, regala un libro all’innamorato. Tuttavia, è sempre più frequente che anche le donne ricevano libri piuttosto che rose. Durante la festa le strade di Barcellona si riempiono di bancarelle presso le quali comprare regali non solo al proprio amore ma anche ad amici e parenti. È molto comune, inoltre, vedere celebri autori firmare le copie delle proprie opere.

Perché solitamente si festeggia il 23 aprile?

La leggenda narra che durante una sanguinosa battaglia tra un cavaliere (Sant Jordi) e un drago, il primo riuscì a sconfiggere lo spaventoso mostro che intimoriva il popolo e la sua principessa. Dopo averlo trafitto con una spada, dal corpo della bestia fuoriuscirono delle meravigliose rose rosse. Sant Jordi, a quel punto, raccolse una rosa e la donò alla bella principessa. Inoltre, il giorno 23 aprile, corrisponde con la morte del grande William Shakespeare e con la sepoltura dello scrittore spagnolo Miguel de Cervantes.
Nel tempo la tradizione catalana divenne così importante in tutto il mondo che l’UNESCO, nell’anno 1995, decise di dichiarare il 23 aprile come la “Giornata Mondiale del Libro”.

Sant Jordi 2020: come si festeggerà la famosa festa dei libri? ultima modifica: 2020-04-22T09:00:00+02:00 da Lucia Schettino

Più letti

To Top