ITINERARI SCOPRI BARCELLONA

I parchi e i giardini nascosti di Barcellona

Giardino Mossen Costa i Llobera - panoramica del Parco

Con l’inizio della primavera e delle belle giornate cosa c’è di meglio di una passeggiata in uno dei tanti parchi e giardini presenti a Barcellona? Infatti, il capoluogo catalano ospita tanti spazi verdi per sfuggire – anche per poco – dal trambusto metropolitano. Il parco de la Ciutadella e il Parc Güell sono senz’altro i più conosciuti e turistici. Che sia per fare sport, una semplice passeggiata o per conoscere luoghi nascosti di Barcellona, questa guida è per voi!

1 – Turó Park

Il Turó Park è un parco situato nel distretto Sarrià – Sant Gervasi, non lontano dall’Avinguda Diagonal. Il giardino, dedicato al poeta Eduard Marquina, era in origine un parco d’attrazioni ben più esteso. Quando il parco divertimenti chiuse, i proprietari cedettero la parte centrale dell’area. Per anni, il Turó Park è stata l’unica area verde della zona. Oggi ospita diversi esemplari di alberi eccezionali, sia per la loro altezza che per la loro età. Le sculture presenti sono un elemento importante, che renderanno le vostre visite al parco più piacevoli.

2 – Parco del Laberint d’Horta

Il parco del Laberint d’Horta fu realizzato nel 1802 e rappresenta il giardino più antico di Barcellona. Fu aperto al pubblico solo nel 1971 e nel 1994 subì un profondo restauro, rendendolo un giardino-museo. Oltre ad un giardino in stile neoclassico ed uno in stile romantico, lo spazio include anche numerose opere d’arte, soprattutto sculture. Il labirinto di cespugli si estende su un’area di 45 x 50 metri. Questo parco è senza dubbio un’ottima idea per trascorrere un pomeriggio alternativo!

Parco - Parc del Laberint d'Horta, dettaglio del labirinto

Parc del Laberint d’Horta. Fonte: Wikimedia Commons

3 – Giardino Mossen Costs i Llobera

Si tratta di uno dei giardini specializzati in cactus e piante grasse più importanti d’Europa. Il parco si trova sul promontorio del Montjuïc. Lo spazio, grazie alla sua posizione, offre una spettacolare vista panoramica sulla frangia litorale e sul porto. Il giardino Mossen Costs i Llobera fu inaugurato nel 1970. Nel 1987 fu inserito dal New York Times nella top ten dei dieci migliori giardini al mondo. Eppure, proprio in quell’anno la città fu protagonista di una forte gelata (la seconda dopo quella del 1985) che decimò le specie di piante presenti. Oggi, con i suoi oltre 3 ettari di verde, il giardino offre ai suoi visitatori uno spazio esotico e caratteristico.

4 – Parc de Pedralbes

Il parco di Pedralbes sorge nell’omonimo quartiere, vicino l’Università Politecnica. Sede del Palazzo Reale, antica residenza della famiglia reale spagnola durante le loro visite alla città, il parco ospita anche numerose statue. Inoltre, lo spazio accoglie una delle numerose opere di Gaudí. L’architetto si occupò infatti della ristrutturazione della residenza Güell e della costruzione di un grande cancello in ferro battuto raffigurante un drago.

Dettaglio del cancello costruito da Gaudí nel parco di Pedralbes

Pavellons de la Finca Güell nel parco di Pedralbes. Fonte: Wikimedia Commons

5 – Parc de Cervantes

Sempre nel quartiere di Pedralbes si trova il parco di Cervantes. Inaugurato nel 1965, il giardino è un grande roseto. Infatti, esso ospita circa 2000 specie di rose diverse provenienti da tutto il mondo. Nei mesi tra maggio e luglio, al momento della fioritura, si raggiunge un minimo di circa 150.000 rose aperte contemporaneamente. Ogni anno, dal 2001, si celebra il Concorso Internazionale di Rose Nuove di Barcellona, una vetrina a cielo aperto delle nuove creazioni. Un paradiso di colori e profumi aperto tutto l’anno.

Parc de Cervantes - panoramica del giardino

Parc de Cervantes. Fonte: Wikimedia Commons

I parchi e i giardini nascosti di Barcellona ultima modifica: 2019-04-26T09:00:35+02:00 da Piero Cavallo

Commenti

Più letti

To Top