NOI ITALIANI ALL'ESTERO PROMUOVIAMO L'ITALIA

itBarcellona

ARTE E CULTURA SCOPRI BARCELLONA

Non solo pan con tomate. Gli ingredienti della cucina catalana

gli ingredienti della cucina catalana

Verdure fresche, tanti pomodori, pane croccante, salumi, olio d’oliva e salse dal sapore deciso. Solo alcuni degli ingredienti di base della variegatissima cucina catalana.

Di origine mediterranea e con forti influenze italiane, greche e mediorientali; la cucina catalana riesce ad ottenere risultati eccezionali anche con gli abbinamenti più azzardati, come la perfetta commistione tra dolce e salato o l’accostamento tra i funghi e i frutti di mare.

Nella preparazione delle salse si utilizza spesso l’aglio, oltre che diversi tipi di frutta secca come pinoli e mandorle.

Lumache in salsa e zampe di maiale: li mangerete e vi piaceranno

Uno dei piatti emblematici di questa cucina sè composto sicuramente dalle Cargols a la llauna, cioè lumache alla brace accompagnate da salse molto sofisticate oppure da zuppe ricche e saporite. Se volete cucinarle però, attenzione, perchè vanno lavate, bollite e poi infilate in forno ancora vive!

La salsa maggiormente usata è probabilmente l’allioli, che originariamente era un’emulsione di aglio e olio d’oliva e si è evoluta fino a diventare una particolare versione di maionese all’aglio. Si accompagna, oltre che alle Cargols, sia a piatti di carne che di pesce. Il pesce azzurro è un’altra componente basica della cucina catalana. I catalani nutrono infatti una vera passione per sardine e acciughe, oltre che per il baccalà.

I secondi a base di carne, solitamente maiale, sono tutti ricchi e saporiti. Come i “piedi di porco” o peus de porc, letteralmente zampe di maiale stufate e condite con patate, aglio e rosmarino; oppure la butifarra, un particolare incrocio tra un salame e una salsiccia. Dal colore scuro, quasi nero, è realizzato mescolando del sangue alla carne di maiale ed è alle volte aromatizzato con scorze di agrumi o cannella. Da provare assolutamente anche il fegato (di maiale, manzo o agnello) servito con cipolle caramellate.

Non possono mancare poi i dolci, oltre alla classica crema catalana, è bellissima l’idea mangia e bevi delle neules, piccole cialde croccanti simili ai churros ma a forma di cannuccia. Vengono spesso usate per bere sorbetti, cioccolate o, durante le feste natalizie, diversi tipi di vino, come il Cava un vino bianco pieno di bollicine, parente dello Champagne.

Picada, a way of life

Non si può parlare di cucina catalana senza nominare la Picada. Non un piatto, non una salsa, ma un vero e proprio stile di vita, un rito che accompagna tutte le ricette. La picada consiste nel pestare (picar) diversi ingredienti con un mortaio, fino ad ottenere una pasta densa. Ci sono moltissimi modi diversi per cucinarla, ma la base si ottiene sempre unendo pane secco tostato a diversi frutti secchi e un liquido, che può essere a volte olio o brodo. La picada si utilizza per insaporire piatti diversi di carne o pesce, sempre aggiunta a fine cottura, oppure mescolata ad altre salse per insaporirle.

 

Non solo pan con tomate. Gli ingredienti della cucina catalana ultima modifica: 2018-03-07T21:03:34+01:00 da Rossella Pergetti

Più letti

To Top