VIVERE A BARCELLONA

Breve guida per risparmiare a Barcellona

distretti-panoramica barcellona

Barcellona è una delle città europee più visitate. Migliaia di turisti affollano ogni giorno, tutto l’anno, le strade e i luoghi di interesse della città. Ma purtroppo, uno dei pochi difetti di Barcellona è quello di essere non proprio economica. A pagarne le conseguenze sono spesso i turisti che non conoscono la città. Scopriamo insieme, con questa guida, alcuni suggerimenti utili per risparmiare, senza rinunciare a nulla.

risparmiare - costa catalana

1 – Dall’aeroporto raggiungi il centro in treno

L’aeroporto di Barcellona si trova a circa 20 km dal centro della città. Sono diversi i modi per raggiungere il centro. Il modo più economico (e stranamente uno dei più veloci) è il treno R2N. Infatti, mentre per prendere la metro dall’aeroporto è necessario l’abbonamento Hola BCN o il biglietto specifico da/per l’aeroporto, per il treno R2N basta un biglietto semplice. Barcellona è infatti una città a misura d’uomo, dove le principali attrazioni turistiche sono vicine tra loro. Consiglio perciò di acquistare un carnet da 10 biglietti (T-10) da €10,20 e prendere la linea R2N dalla fermata Aeroport (con una frequenza di 30 minuti) in direzione Sant Celoni: in circa mezz’ora sarai in centro. Le stazioni che servono il centro di Barcellona sono Sants (con interscambio con metro L3 ed L5), Passeig de Gràcia (con interscambio con metro L2, L3 ed L4) e Clot (con interscambio con metro L1 ed L2).

2 – Cammina (o usa il trasporto pubblico solo se necessario)

Come abbiamo visto, Barcellona è una città in cui le principali attrazioni turistiche sono molto vicine tra loro. Per questo, un modo per risparmiare è sicuramente quello di camminare. Se la tua sistemazione per la notte si trova intorno alla Ciutat Vella, allora è probabile che userai i mezzi pubblici poche volte: perciò continua ad usare il carnet T-10 per muoverti.

risparmiare a barcellona - Zarzuela De Mariscos

3 – Evita di mangiare e fare acquisti sulle strade principali

È ora di mangiare e ti trovi sulla Rambla? Non lasciarti ammaliare dai numerosi ristoranti acchiappa-turisti presenti sulle strade più importanti della città. Probabilmente, dietro l’angolo, un po’ più nascosto, c’è un altro ristorante dove mangerai meglio e spenderai meno. Se poi hai intenzione di rimanere a Barcellona per una settimana o più, potresti considerare l’idea di fare un po’ di spesa al supermercato: potresti risparmiare molto evitando di fare colazione e pranzare fuori! E cosa dire invece dei souvenir? Beh, sicuramente la scelta migliore è quella di non acquistarli nei tanti negozi presenti nei pressi dei monumenti più importanti. Se ciò dovesse accadere, ti consiglio di dare prima un’occhiata ai prezzi, poi di acquistare: i prezzi potrebbero essere più bassi nel negozio accanto.

4 – App utili per risparmiare sul cibo

Barcellona può essere davvero cara per mangiare, soprattutto per i turisti che inevitabilmente restano nella zona centrale della città. Per fortuna esistono delle applicazioni che possono farti risparmiare. Una di queste è TheFork, che permette di prenotare ristoranti fino al 50% di sconto. TooGoodToGo è un’applicazione nata con l’intento di evitare gli sprechi di cibo: acquistando un pack-sorpresa con pochi euro, eviterai che ristoranti e locali buttino del cibo ancora buono. Infine, le diverse catene di fast-food presenti a Barcellona hanno spesso dei coupon, che potrai usare scaricando la loro app o andando sul sito ufficiale.

Breve guida per risparmiare a Barcellona ultima modifica: 2019-05-24T09:30:46+02:00 da Piero Cavallo

Commenti

Più letti

To Top