VIVERE A BARCELLONA

Barcellona tra le 5 migliori città “smart” del mondo

Csm 2d1c4f515e

Barcellona è stata più volte considerata una delle migliori città in cui vivere. Secondo il Best City Ranking, la capitale catalana arriva quinta nella classifica delle migliori 100 città del mondo, dopo Londra, Parigi, New York e Tokyo. È anche arrivata terza nella classifica che si concentra sul luogo – dietro Tokyo e Dubai – che misura sia l’ambiente naturale che la città costruita.
Il ranking si basa su un confronto di indicatori che includono la qualità del luogo e la sua reputazione. Stando a quanto riportato dal giornale spagnolo L’Avanguardia, l’incaricato della promozione economica della Catalonia Lluís Gómez, ha sottolineato che Barcellona ha totalmente superato gli effetti della crisi politica e dell’attacco terroristico dello scorso anno, tornando alla stabilità economica incentivata soprattutto dal turismo. Ma il turismo non è l’unico motivo per il quale c’è una continua crescita economica. Secondo lo studio di Philips Lighting, Barcelona è una delle principali smart cities del mondo.

Cos’è una smart citiy?

Una città può essere definita come smart quando gli investimenti in capitale umano e sociale e nella mobilità e trasporti, alimentano uno sviluppo economico sostenibile ed una elevata qualità della vita.

Bcn El Bueno

Secondo l’ultima relazione di Philips Lighting, in collaborazione con SmartCitiesWorld, Barcelona si classifica tra le prime tre smart cities del mondo, insieme ai due grandi colossi Londra e Singapore. La capitale catalana ha creato 45.000 posti di lavoro grazie all’implementazione del Internet of things, ovvero l’estensione di Internet al mondo degli oggetti. Anche grazie al suo impegno nel risparmio in energia e in acqua, e nell’efficienza dei trasporti, Barcelona è nel ranking mondiale delle smart cities. L’obiettivo delle città del futuro è quello di migliorare la vita dei cittadini. Parliamo della trasformazione digitale, il miglioramento del medio ambiente, un sistema di trasporto sostenibile e un’economia che premia la cooperazione e la collaborazione. Le smart cities  devono inoltre essere città inclusive e condivise, e non a caso Barcellona é tra le città più aperte all’internazionalizzazione dell’intero globo.

Lucia Schettino

Autore: Lucia Schettino

Napoletana di origine e cittadina del mondo, lavora come Marketing&Communication Specialist a Barcelona. Ama scrivere, viaggiare sola per il mondo e imparare nuove lingue.

Barcellona tra le 5 migliori città “smart” del mondo ultima modifica: 2018-11-25T20:41:25+01:00 da Lucia Schettino

Commenti

Più letti

To Top