SCOPRI BARCELLONA

Cena al buio solo al Dans le Noir di Barcellona

Dans Le Noir a Barcellona

In cerca di serate alternative, Barcellona è fonte di ispirazioni per turisti e residenti. Tra bar interamente rivestiti in ghiaccio e serate a ritmo musicale di flamenco o sardana, si può anche cenare completamente al buio. Come? Prenotando nel caratteristico ristorante Dans Le Noir, un luogo dove riscoprire la magia di una esperienza sensoriale unica e irripetibile. Nato da un progetto che coinvolge diverse città europee attira molti curiosi ogni giorno, che rimangono estasiati da questo viaggio nell’oscurità.

Dans Le Noir, esperienza sensoriale e umana

Il buio solitamente fa paura, ma a Barcellona diventa un valore aggiunto che fa immaginare, conoscere e divertire. Il ristorante Dans Le Noir offre la possibilità di vivere una serata all’insegna di tutti i sensi escluso la vista. E così ci si riscopre un po’ impacciati a cercare di intuire l’espressione del viso della persona accanto, di indovinare col gusto la portata nel piatto e di sviluppare l’udito per comunicare con gli altri commensali. Che dire? È il modo migliore per essere se stessi senza preoccupazione e lasciare da parte pregiudizi e apparenze. Al Dans Le Noir, infatti, si cena completamente al buio! Persino il menù è a sorpresa, rispettando eventuali preferenze, allergie o intolleranze.

Dans Le Noir, interno

Cenare al Dans Le Noir di Barcellona esalta i sensi e le relazioni umane

L’esperienza diventa anche umana oltre che sensoriale, perché senza preconcetti si fa amicizia con le altre persone con molta spontaneità, trascorrendo piacevoli ore in compagnia di gente dall’aspetto anche sconosciuto ma che si impara a conoscere per quello che è davvero. È un po’ come un appuntamento al buio. Si può anche andare in comitiva, ma di certo si uscirà da lì dentro con molti più amici di prima, soprattutto se si è un turista italiano.

Come fidarsi dei sensi

Al Dans Le Noir di Barcellona si entra con curiosità e un pizzico di apprensione, perché i nostri occhi sono così abituati alla luce che non riescono ormai più a orientarsi nel buio totale. Ecco perché si entra guidati e ci si affida nelle mani di abili camerieri che sono pronti a rispondere ai dubbi e a condurre ogni cliente alla toilette in caso di bisogno. La cosa straordinaria è che questi camerieri sono non vedenti! L’oscurità è il loro regno e in questo luogo sono gli altri che dipendono da loro, sovvertendo le regole a cui siamo abituati all’esterno. Il loro dovere è anche quello di servire le pietanze ma senza dire di che si tratta. È singolare come ognuno interpreta il gusto a modo suo, abituati da sempre a basarci sulla vista in ogni momento.

Dans Le Noir, una portata

Al Dans Le Noir i piatti sono serviti senza dire di che si tratta, riscoprendo il senso del gusto

Dopo aver concluso la particolare cena lo staff avrà cura di far visionare il menù e qui continua il gioco e l’ilarità tra i commensali: chi avrà indovinato la portata giusta? Le preoccupazioni di ciascuno, però, non riguardano solo il contenuto del menù, ma anche la paura di essere derubati. Anche in questo caso si può vivere l’esperienza senza pensieri, perché i propri averi saranno custoditi con cura presso apposite cassette di sicurezza. Senza smartphone tra le mani, senza vedere chi è seduto accanto e senza sapere cosa c’è nel piatto, come si fa a non uscire dal Dans Le Noir con un’altra prospettiva?

Cristina Fontanarosa

Autore: Cristina Fontanarosa

Laureata in materie umanistiche ha fatto della sua passione per la scrittura e il giornalismo un vero lavoro a cui si dedica a tempo pieno. Vive in Sicilia ma gira il mondo coi suoi pezzi che trattano di tutto e di tutti, con la voglia di scoprire sempre cose nuove e luoghi interessanti.

Cena al buio solo al Dans le Noir di Barcellona ultima modifica: 2019-05-10T09:30:55+02:00 da Cristina Fontanarosa

Commenti

Più letti

To Top